Search
× Search
sabato 16 novembre 2019

Magazine

Good News, curiosità e paradossi su società, viaggi, arte e comunicazione

Communiqué

SINDACI E CITTADINI OCCUPANO L’OSPEDALE DI POMARETTO.

La maggioranza dei 47 Sindaci dell’ex Asl10, ha guidato il corteo che ha raggiunto l’ospedale, con al seguito oltre 30 associazioni e circa 5000 cittadini, dove verrà istituito un presidio permanente fino a che non sarà scongiurata la chiusura della struttura.

Una risposta forte, compatta da parte degli Amministratori Locali e del territorio. Gli Ospedali Valdesi che da sempre rappresentano un punto di riferimento per le popolazioni alpine delle Valli del Pinerolese, sono una risorsa irrinunciabile. Lo hanno gridato a gran voce i 35 Sindaci presenti alla testa del corteo, e soprattutto i cittadini che hanno formato un lungo corteo, cresciuto lungo il percorso da Perosa Argentina a Pomaretto, dove si stimano circa 5000 persone presenti.  Si tratta di un segnale importante rivolto ai vertici della sanità regionale ed ai toni possibilisti e di dialogo sentiti ieri in prefettura. Dialogo e trattativa dunque, ma a fronte di proposte costruttive e che salvaguardino la dignità di un territorio che per estensione rappresenta quasi la metà di tutta l’Asl To3 e che subisce da sempre una politica sanitaria di accentramento verso le aree urbane maggiori. Se è comprensibile che le fasi acute ed i blocchi operatori debbano necessariamente concentrarsi in strutture di riferimento, la “post acuzie” riabilitativa e di lungo degenza non può venire azzerata in una porzione così vasta di territorio. A documentare le istanze pinerolesi sono arrivati i media nazionali, sia televisivi che della carta stampata, a certificazione di come queste montagne stiano subendo una palese discriminazione sul diritto alla salute.

 

Previous Article L’ISOLA DEI TESORI
Next Article Un altro passo avanti per la procedura Tekfor-Amtek
Print
5016 Vota questo articolo:
4.6
Termini di UtilizzoPrivacyCopyright 2019 by Communiqué snc - P.Iva 10109770015