Search
× Search
martedì 19 giugno 2018

Magazine

Good News, curiosità e paradossi su società, viaggi, arte e comunicazione

TORNA A MONACO IL VINCITORE DEL CAMPIELLO
Communiqué

TORNA A MONACO IL VINCITORE DEL CAMPIELLO

Appuntamento nel Principato il 15 ottobre. Proclamata a Padova la cinquina dei finalisti. Finale per l'assegnazione del Premio alla Fenice di Venezia sabato 15 settembre 2018

 

Il Premio Campiello per la seconda, farà ritorno a Monte-Carlo nel Principato di Monaco; la prima tappa estera per presentare il vincitore della 56^ edizione. L’evento si svolgerà il 15 ottobre organizzato dall’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco, in collaborazione con l’Agenzia Communiqué.

Matteo Zoppas, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, ha dichiarato: “Il Campiello è una delle manifestazioni culturali tra le più importanti e seguite in Italia, grazie all’impegno degli imprenditori veneti, agli scrittori, al lavoro dei giurati e ai partner che sostengono questo progetto di sinergia tra impresa e cultura. Il Premio Campiello fa parte ormai del patrimonio culturale nazionale e rappresenta la testimonianza concreta dell’impegno sociale e culturale degli imprenditori veneti, della capacità di guardare oltre ai cancelli delle fabbriche e di avere una visione ampia della crescita e dell’evoluzione del Paese. 

È per questo che siamo orgogliosi di continuare a dare il nostro contributo, anche attraverso questo grande e splendido progetto culturale permanente che è il Premio Campiello.”

È stata nel frattempo selezionata a Padova la cinquina finalista della 56esima edizione del Premio Campiello. Nel corso di una votazione pubblica nell'aula magna Galileo Galilei di Palazzo Bo, la giuria dei letterati ha votato tra gli oltre 250 libri giunti alla segreteria del premio: al primo turno con 9 voti Helena Janeczek, La ragazza con la Leica (Guanda), con 6 voti Ermanno Cavazzoni, La galassia dei dementi (La nave di Teseo), con 6 voti Davide Orecchio, Mio padre la rivoluzione (Minimum Fax), al terzo turno con 6 voti Francesco Targhetta, Le vite potenziali (Mondadori), al ballottaggio con 6 voti Rosella Postorino, Le assaggiatrici (Feltrinelli). Durante la selezione la giuria ha inoltre annunciato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, riconoscimento attribuito dal 2004 ad un autore al suo esordio letterario. Il premio è stato assegnato a Valerio Valentini per il romanzo Gli 80 di Campo-Rammaglia (Editori Laterza).













 

Previous Article SESTRI LEVANTE CITTÀ DELLE FIABE
Print
60 Vota questo articolo:
Nessuna
Termini di UtilizzoPrivacyCopyright 2018 by Communiqué snc - P.Iva 10109770015